Nel gioco del golf la mente riflette esattamente la nostra persona ed il nostro modo di agire nella vita quotidiana, le nostre angosce e paure si trovano nella mente ed a lei non possiamo mentire.
Se nel prendere posizione sulla palla stiamo pensando agli ostacoli che ci circondano, diventa quasi impossibile raggiungere il nostro obiettivo, quasi come una calamita il nostro colpo andrà in quella direzione e non verso il target sperato, la mente infatti concentrata sull’ostacolo non farebbe muovere il nostro copro in modo fluido e normale e molto spesso avremmo un risultato pessimo e sicuramente non andremmo vicino alla buca.

Pensare solo alla bucaL’obiettivo del golfista deve sempre e solo essere la buca e pertanto, quando ci si prepara al colpo e si è scelto quale colpo tirare, il golfista deve avere solo quell’obiettivo e non pensare agli ostacoli circostanti.
La scelta mentale del colpo presuppone anche una preparazione muscolare, visto che il movimento da eseguire è ben diverso se si sceglie un draw od un fade (Vedi articolo come eseguire Draw od un  Fade). Se ci si fa influenzare mentalmente dall’ostacolo, pensare “non andare in acqua” non corrisponde a “devo andare vicino alla buca”, quindi se poi siamo finiti in un bunker dal lato opposto all’acqua non c’è da lamentarsi: abbiamo fatto quello che abbiamo detto alla mente di fare.

Anche durante le sessioni di allenamento è importante praticare la visualizzazione del colpo e poi la sua esecuzione; se avrete la capacità di dire alla mente cosa deve fare, tutto risulterà molto semplice, sarà la mente a comandare tutto. La visualizzazione del colpo non è facile e ci si riesce solo con tanto allenamento in campo pratica, immaginare il colpo da golf, sia esso un Drive, un ferro al green o un putt, vedere la traiettoria, il punto di atterraggio e prevederne i rimbalzi, comporterà di conseguenza il movimento che dovrete effettuare ed è alla base dell’esecuzione corretta di un colpo da golf. Maggiori saranno i numeri da golf eseguiti come li avete visualizzati e migliore sarà il vostro SCORE.

Visualizzare il colpoAlla base di tutto bisogna pulire la mente da tutti gli ostacoli, se la mente non sa fare una cosa non la farà, questa attività risulta molto semplice a chi inizia a giocare da giovane, il quale non ha bisogno di pensare al movimento, poiché ha acquisito una memoria muscolare ed è riuscito a far diventare col tempo naturale un movimento che per la natura dell’uomo è innaturale.
Prima si inizia a giocare e meglio si giocherà, una volta acquisito un movimento corretto quello rimarrà per tutta la vita, è esattamente come andare in bicicletta, più ci vai e più sarai veloce e padrone della stessa.

Bisogna pensare al movimento solo e soltanto in campo pratica, è qui che bisogna correggere alcuni difetti per evitare compensazioni nello swing, ma una volta che sarete in campo dimenticatevi di tutti gli esercizi e fate il movimento più naturale che potete, guardando solo all’obiettivo finale “LA BUCA”.

pratica swing golfNon praticate mai senza allineamenti e metodo, praticare solo il volo della palla senza avere la certezza di dove stiamo mirando con i piedi, i fianchi e le spalle vi porterà solo a peggiorare il vostro errore con nuove compensazioni. Mettete sempre per terra un bastone ed allineatevi rispetto a quello, poi eseguite il movimento ed a quel punto solo quando la palla andrà dritta avrete la certezza che vi state muovendo su un piano corretto ed in modo coordinato con tutto il corpo. Non spaventatevi se vi vedete storti o se la palla non va dove vorreste, vuol solo dire che avete ancora tanto da praticare ed è qui che dovete fare le correzioni al vostro swing.
Questo è l’atteggiamento mentale corretto da seguire, sia in campo che in pratica ed alla fine, se sarete costanti e determinati, raggiungerete tutti i risultati sperati.

Buona pratica e divertimento a tutti da Golf Lover