AcentroAcentro
Forgot password?

LE VILLE VENETE

LE VILLE VENETE (19 - 22 Ottobre 2017 )


con il Prof. Gian Antonio Golin

Vicenza, splendida città d’arte, è per antonomasia la “città di Palladio”: l’architetto padovano infatti lavorò a lungo nel vicentino, realizzando le opere che lo resero celebre e che ne manterranno intatta la fama. Legato alla nobiltà vicentina e alla classe dirigente di Venezia, mai come nessun altro, riuscì a fondere in maniera armonica gli insegnamenti tratti dall’antichità con un nuovo, rivoluzionario modello di villa e, più in generale, di architettura che rimarrà insuperato per i secoli successivi. Proprio il territorio vicentino sarà dunque il ‘perno’ attorno al quale ruoterà il nostro viaggio dedicato alla civiltà delle ville venete e che si dividerà tra le più importanti dimore di città e campagna delle Venezie, e alcuni edifici pubblici fra cui il Teatro Olimpico il primo organismo teatrale moderno e l’ultima, geniale creazione di Andrea Palladio, che lo progettò per le rappresentazioni dell’Accademia degli Olimpici nel 1580. Un itinerario che propone una visione trasversale delle opere, pubbliche e private, realizzate dal Palladio durante la sua lunga vita.
Ma non solo Palladio..! Visiteremo alcune tra le più importanti dimore di città e campagna delle venezie, molte delle quali private e aperte in esclusiva per il FAI. Non potrà mancare la visita a Villa dei Vescovi, una delle più importanti residenze cinquecentesche della campagna padovana, giunta al FAI nel 2005 grazie alla generosità di Maria Terese Olcese Valatoli e Pierpaolo Olcese. Un viaggio erudito e privato, dunque, tra le meraviglie dell’architettura della Villa Veneta, uno dei massimi capitoli dell’architettura e del decoro pittorico-scultoreo, nei secoli, in Italia. Chi farà questa esperienza potrà dire, senza ombra di dubbio, “…le ville venete, quella del Palladio e degli altri, le ho viste nel migliore dei modi e non mi è scappato nulla”!

SCARICA IL PROGRAMMA DI VIAGGIO

SCARICA LA SCHEDA DI PRENOTAZIONE







Condividi su: